Concepire l’Umbria

Il paesaggio umbro occhieggiava dalle grandi finestre del salotto della casa di Nocera, tempio dei valori borghesi della famiglia; si intravedeva da quelle della cucina (luogo sacro delle semplici memorie domestiche) affacciate sui violacei contrafforti del Subasio. Poi la salita del borgo, il portone della casa dove vivevamo in affitto, che in me adolescente si identificava col simbolo stesso di una nobiltà antica, mai posseduta. Quando nel 1962... Read More


Copyright 2011 Limpiccione.it