686 views

La sesta edizione si apre il 2 maggio 2016 alle ore 16.00 all’insegna del suono delle onde: che siano quelle gravitazionali vicine alla musica dell’universo o che siano il 3 maggio quelle pure e sinusoidali di un algoritmo digitale che va a porre in risonanza, grazie a degli eccitatori acustici, un’installazione monolitica nel cui ambiente si può fare un’esperienza fisica del suono. Il 4 maggio invece saranno le onde cerebrali e i loro stati emozionali a tentare di controllare le immagini e i suoni, per poi passare dal corpo-mente al “corpo senza organi” 3D modellato in tempo reale come il suo disegno sonoro. Il 5 maggio sera invece i suoni saranno improvvisati e condotti verso la creazione collettiva di un complesso ecosistema orchestrale e relazionale. Infine, il 6 maggio sera, si ritorna alla materia sonora ma in stretta correlazione con la texture delle immagini in movimento, dove l’interazione profonda tra l’uditivo e il visivo ci porta dentro l’audiovisione senza confini definiti…

Il Programma della Rassegna Internazionale nel 2016 comprende simposi transdisciplinari sulle relazioni tra “Suono e materia” (2 maggio) e “Suono e sistemi” (3 maggio) con la presenza della figura storica del fisico e progettista nel 1979 del pionieristico sintetizzatore digitale “4X” Giuseppe Di Giugno (oggi dedito all’astronomia), nella stessa sessione il fisico Helios Vocca, coordinatore del gruppo dell’Università di Perugia del progetto Virgo, il quale tratterà di come la scoperta del suono delle onde gravitazionali si apra a dimensioni sonore celesti. La storica dell’arte Rita Olivieri svolgerà poi una sintesi che trattando di “materia, suono e colore” condurrà alla tavola rotonda moderata dal comunicatore scientifico Leonardo Alfonsi (Psiquadro). Nella sessione “Suono e sistemi” i compositori Marco Giommoni, Marco Evangelista e Stefano Petrarca rifletteranno sul pensiero musicale nell’era informatica e sulle relazioni tra geometria, matematica e musica. Gli interventi saranno inframmezzati da 5 pezzi contemporanei eseguiti rispettivamente da Claudia Giottoli (flauto), Monica Colonna (soprano), Gianpaolo Antongirolami (sax soprano), Sara Clanzig (flauto), Riccardo Mei (chitarra elettrica). Sempre in Auditorium del Conservatorio Morlacchi la serata del 3 maggio prevede il Concerto degli Allievi di Musica Elettronica con influenze cinematografiche da Vertov a Hitchcock, per rimarcare l’attenzione all’orizzonte formativo. Pertanto, nel pomeriggio del 3 maggio, alle ore 18, al Centro per l’Arte Contemporanea Trebisonda si apre la Mostra-Laboratorio 2016 dal titolo “Anopticonpanopticon” che vede collaborare la cattedra di Pittura (e altri corsi) dell’Accademia di Belle Arti Vannucci con quella di Musica Elettronica del Conservatorio Morlacchi, dove allievi e neodiplomati curano le installazioni sonore e intermediali.

Quella del 2016 è un’edizione che mette a confronto le generazioni storiche con quelle attuali nell’ambito della musica elettronica e delle arti sonore di ricerca. Emblematico, in questo senso, il programma del 4 maggio che vede la presenza di Alberto Novello a.k.a. JesterN, fisico nucleare, compositore (docente al Conservatorio di Padova) e performer presente in programma con un workshop e una performance dal titolo “Fragmentation: a brain controlled performance” dove gioca un ruolo chiave l’ElettroEncefaloGrafia nell’audio/video live; nella stessa serata in Auditorium del Conservatorio (e il giorno successivo con un seminario) sarà presente Franz Rosati con il suo concerto audio/video “Machine & Structure”, modellazione 3D e sound design procedurali real-time.
In seguito, il 5 maggio sera in Auditorium arriva il progetto di conduction per musica estemporanea collettiva di Elio Martusciello con allievi del Conservatorio Morlacchi coinvolti insieme ai giovani componenti dell’Orchestra Elettroacustica Officina di Arti Soniche San Pietro a Majella.

La giornata conclusiva del 6 maggio al PostModernissimo apre anche alle nuovissime generazioni del Liceo Musicale A. Mariotti che sonorizzano sequenze animate, mentre affermati compositori quali Federico Gardella e Carmine E. Cella sonorizzano il celebre “L’ultima risata” (1924) di Murnau, in una giornata che vede un’ultima sonorizzazione questa volta dal vivo di “Ménilmontant” (Kirsanoff, 1926) per opera del duo toscano Fauve! Gegen A Rhino. L’audiovisione conclusiva spetta però agli ospiti europei di quest’edizione: il compositore islandese e artista sonoro Bjarni Gunnarsson (docente di composizione algoritmica all’Institute of Sonology del Conservatorio Reale de L’Aja, per il quale ha curato una selezione di brani acusmatici di allievi per la Rassegna) e il regista sperimentale francese Cédric Dupire. I due artisti terranno una masterclass e l’evento dal vivo “Audio Visual Performance” incentrato su tre loro composizioni audio-video.

Il Comitato artistico per il programma di Segnali 2016-Arti Audiovisive e Performance include:
Enrico Cocco (Conservatorio Morlacchi); Alessio Sabella (Conservatorio Morlacchi); Moreno Barboni (Fonoteca Regionale Trotta, Conservatorio Morlacchi, Accademia Belle Arti Vannucci), Gianpaolo Antongirolami (Conservatorio Morlacchi), Angelo Benedetti (Conservatorio Morlacchi e Accademia Vannucci), Nicola Casetta (Conservatorio Morlacchi), Ivan Frenguelli (PostModernissimo), Federico Ortica (Liceo Classico e Musicale Mariotti Perugia), Lucilla Ragni (Accademia Belle Arti Vannucci Perugia).

La rassegna SEGNALI 2016-ARTI AUDIOVISIVE E PERFORMANCE è promossa dal Conservatorio di Musica di Perugia Francesco Morlacchi, con il sostegno di Regione Umbria e della Fonoteca Regionale O. Trotta, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia. Patrocinio del Comune di Perugia e di Capitale Italiana Giovani-Perugia 2016. L’edizione  riceve il patrocinio del Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Perugia e della sezione di Perugia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in collaborazione con Psiquadro. Collaborano alla rassegna 2016 il Liceo Classico e Musicale A. Mariotti di Perugia e l’Institute of Sonology del Conservatorio Reale de L’Aja. Il PostModernissimo e il Centro per l’Arte Contemporanea Trebisonda sono sedi partner. Radiophonica è media partner. Il numero speciale ‘fuori serie’ della rivista 8pagine ”Segnali 2016″ è realizzato in collaborazione con l’associazione L’unanuova e Graphicmasters. Sponsor tecnico della rassegna è Promovideo-Multimedia&Communications, Perugia.

L’intera rassegna è ad INGRESSO LIBERO, fino ad eventuale esaurimento posti

Per la serata del 6 maggio 2016 al PostModernissimo (Sala Donati): ingresso libero con prenotazione obbligatoria telefonando allo 0759664527 oppure scrivendo a info@postmodernissimo.com - Per informazioni: rassegna.segnali@gmail.com | #segnali2016 www.conservatorioperugia.it

PROGRAMMA

LUNEDI 2 MAGGIO

CONSERVATORIO MORLACCHI
Auditorium >
ore 16.00

Saluti istituzionali di apertura
Piero Caraba, Direttore Conservatorio di Musica di Perugia “Francesco Morlacchi”
Paolo Belardi, Direttore Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”

SIMPOSIO “Suono e materia”
Introduce e modera: Enrico Cocco, Coordinatore Dipartimento Nuove tecnologie e linguaggi musicali

Intervento: Gisella Belgeri, Presidente Federazione Cemat
“Scenari attuali della musica contemporanea italiana”

Jean-Claude Risset, “Passages”, per flauto e nastro magnetico (1982), 13’57”
Claudia Giottoli, flauto

Nicola Casetta, regia del suono

Intervento: Giuseppe Di Giugno, Fisico, progettista del sintetizzatore digitale “4X”
“La nascita della musica elettronica”

Fausto Razzi, “A voi che lavorate sulla terra”, aria per voce sola e nastro magnetico (1982), 15’30”
Monica Colonna, soprano
Nicola Casetta, regia del suono

Intervento: Helios Vocca, Dipartimento di Fisica dell’Università di Perugia ed INFN-sezione di Perugia
“Le onde gravitazionali: verso la musica dell’Universo”

Jean-Claude Risset, “Saxatile”, per sax soprano e suoni di sintesi (1992), 8′
Gianpaolo Antongirolami, sax soprano
Nicola Casetta, regia del suono

Intervento: Rita Olivieri, Storica e critica d’arte, “Materia, suono, colore”

> ore 18.00-19.00

Tavola rotonda conclusiva con i partecipanti insieme a: Leonardo Alfonsi (moderatore – direttore scientifico Psiquadro, presidente European Science Events Association), Alberto Novello (fisico nucleare/compositore elettronico/performer, Conservatorio di Padova), Lucilla Ragni (docente di Pittura, Accademia di Belle Arti P. Vannucci), Alessio Sabella (docente di Musica Elettronica, Conservatorio Morlacchi).

MARTEDI 3 MAGGIO


CONSERVATORIO MORLACCHI
Auditorium >
ore 10.00-13.00

SIMPOSIO “Suono e sistemi”
Modera: Enrico Cocco, (Coordinatore Dipartimento Nuove tecnologie e linguaggi musicali)

Intervento: Marco Giommoni, Compositore, musicologo e ingegnere del suono
“Gli algoritmi della musica. Composizione e pensiero musicale nell’era informatica”

M. Giommoni, “Spazio IV”, per elettronica e flauto – prima sezione, 14′ 06”
Sara Clanzig, flauto

Nicola Casetta, regia del suono

Intervento: Marco Evangelista, Pianista, compositore e arrangiatore musicale
“Tavola dei Suoni Espansi” (T.S.E)

Intervento: Stefano Petrarca, Compositore
“Musica e Matematica, un legame indissolubile e fecondo”

S. Petrarca, “Isomorphic Dance”, 2013-2016, 7′
S. Petrarca, live electronics, Riccardo Mei, chitarra elettrica
Nicola Casetta, regia del suono

CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA TREBISONDA > ore 18.00
> orario di apertura dal 4 al 6 maggio: ore 17.00-20.00

Inaugurazione della Mostra-Laboratorio 2016
Cattedra di Pittura e corsi di Sound Design, Tecniche Extramediali e Teoria e Metodo dei Mass Media dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” in collaborazione con il Corso di Musica Elettronica del Conservatorio di Musica di Perugia “F. Morlacchi”.

Anopticonpanopticon I. Installazione: lastre di acciaio opaco, eccitatori acustici e colore. Conservatorio di Musica di Perugia: Francesco Bruni, Antonio Diotallevi, Alessandro Fiordelmondo, Nicola Frattegiani, Federico Ortica; Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”: Stefano Lutazi, Davide Mongelli, Roberta Visconti.

Anopticonpanopticon II.  Installazione intermediale degli allievi dei corsi di Pittura e Sound design dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”.

CONSERVATORIO MORLACCHI
Foyer Auditorium
> ore 21.00
Francesco Bruni e Francesco Di Maggio, “P.L.4.Y.”, installazione per due gamepad


Auditorium Conservatorio >
ore 21.30

CONCERTO DEGLI ALLIEVI DI MUSICA ELETTRONICA

Michele Fondacci, sonorizzazione dell’introduzione de “L’uomo con la macchina da presa” (1929) di Dziga Vertov, 2’30”

Alessandro Fiordelmondo, “Touching + +”, brano acusmatico e sonorizzazione del video di Francesco Matteo Ceccarelli, 2016, 7′

Leonardo Damiani, sonorizzazione di “Begone Dull Care – A phantasy in colors” (1949) di Norman McLaren, 7’30”

Michele Fondacci, sonorizzazione della scena 4 de “L’uomo con la macchina da presa” (1929) di Dziga Vertov, 10′

Nicola Frattegiani, “Bodega Bay”, brano acusmatico ispirato a “Gli Uccelli” (1963) di A. Hitchcock, 12′

Emanuele Specchia, sonorizzazione di “Opus IV” (1925), Walter Ruttmann, 4′

Michele Fondacci, Emanuele Specchia eseguono il pezzo di Cort Lippe, “Music for hi-hat and computer”, 13′

Michele Fondacci, sonorizzazione della scena 6 de “L’uomo con la macchina da presa” (1929) di Dziga Vertov, 12′

MERCOLEDI 4 MAGGIO

CONSERVATORIO MORLACCHI
Auditorium Conservatorio – >
ore 10.00 -12.00

Seminario con Alberto Novello a.k.a JesterN
“Fragmentation: a brain-controlled performance”
sull’uso dell’EEG nella performance audiovisiva

> ore 12.00-13.00

Pablo Maximo Taddei, regista e drammaturgo, dialoga con Alberto Novello e i partecipanti al seminario

CONSERVATORIO MORLACCHI
Auditorium Conservatorio
> ore 21.00

Alberto Novello a.k.a JesterN
“Fragmentation: a brain-controlled performance”, Performance audio/video controllata con ElettroEncefaloGrafia

> SONOLOGY listening session #1: Stefano Sgarbi (Italia), “Bonuskaart”, 4-channel Fixed Media, 9′

Franz Rosati
“Machine & Structure”
, Concerto audio/video con modellazione 3D in tempo reale

GIOVEDI 5 MAGGIO

CONSERVATORIO MORLACCHI

Aula 23 > ore 10.00-12.00

Seminario con Franz Rosati, “Machine & Structure”, su 3D generativo e sound design procedurali

> ore 12.00-13.00

Roberto Grisley, docente di Storia della Musica-Conservatorio Morlacchi, dialoga con Franz Rosati su filosofia e musica

CONSERVATORIO MORLACCHI

Auditorium Conservatorio > ore 21.00

Orchestra Elettroacustica Officina Arti Soniche San Pietro a Majella

“to extend the visibility”


Elio Martusciello (direttore) conduction di un’improvvisazione di nove elementi insieme ad alcuni allievi del Conservatorio Morlacchi.
Sandra Milena Guida
(flauto); Claudia Iorio (viola); Floriana Evangelista (clarinetto); Adriana Cioffi (arpa); Guido Autorino (pianoforte); Massimo Varchione (pianoforte); Renato Grieco (contrabbasso); Dario Casillo (elettronica); Cristian Sommaiuolo (elettronica).

VENERDI 6 MAGGIO

CONSERVATORIO MORLACCHI

Aula 23 > ore 10.00-14.00

Masterclass con Bjarni Gunnarsson & Cédric Dupire sulla composizione audiovisiva per la “Audio Visual Performance”

POSTMODERNISSIMO
Sala ‘Visconti’ >
ore 16.00

 

“Der lezte Mann”, (L’ultima risata, Germania, 1924, F.W. Murnau, 98′), sonorizzazione elettronica multicanale, musica di F. Gardella, realizzazione informatica musicale Carmine E. Cella

> ore 17.40

LICEO CLASSICO E MUSICALE A. MARIOTTI: estratti di film d’animazione d’autore sonorizzati dagli allievi del corso di “Tecnologie musicali” tenuto dal prof. Federico Ortica

> ore 18.00

Alla presenza dell’Autore Cédric Dupire (Francia) che incontra il pubblico al termine del film:

“We Don’t Care About the Music Anyway…” Otomo Yoshihide e l’avanguardia musicale a Tokyo
(Cédric Dupire, Gaspard Kuentz, Francia, 2009, docufilm, 80′)

POSTMODERNISSIMO
Terza Sala
> dalle ore 16.00 (a ciclo continuo)


> SONOLOGY listening session #2: ascolti di brani acusmatici degli allievi dell’Istituto olandese de L’Aja.

> LICEO MUSICALE A. MARIOTTI: estratti di film d’animazione d’autore sonorizzati dagli allievi del corso di “Tecnologie musicali” tenuto dal prof. F. Ortica.

> ACCADEMIA DI BELLE ARTI VANNUCCI e CONSERVATORIO DI MUSICA DI PERUGIA: ascolti e visioni di opere degli allievi dei Corsi di Sound Design e di Musica Elettronica.

POSTMODERNISSIMO
Sala ‘Donati’
> ore 21.30

Fauve! Gegen A Rhino, sonorizzazione live di “Ménilmontant” (Francia, 1926, D. Kirsanoff, 37′)

> SONOLOGY listening session #3: Darien Brito (Ecuador), “Debris[2] //Volatility”, 11’50”


>
ore 22.30

Gunnarsson & Dupire, “Audio Visual Performance”

Bjarni Gunnarsson, live electronics (Islanda-Olanda, Institute of Sonology)

Cédric Dupire, film e visuals (Francia)


Copyright 2011 Limpiccione.it