1.271 views

Il Cuore Verde d’Italia segna un netto miglioramento per quanto riguarda i flussi turistici. Sulla “bocca” di molte testate internazionali (circa duemila gli articoli), l’Umbria si avvicina sempre di più alla già super citata Toscana. L’’estate 2015 ha visto il rilancio del turismo regionale. Da Terni a Perugia le statistiche migliorano con l’aumento di visite ai musei e nelle zone rurali, il Lago Trasimeno festeggia e Castelluccio è sulla bocca di tutti. Ottimismo visto le statistiche che segnano un aumento di presenze (+1,57%) e arrivi (+3,4%). Si sono registrati infatti più di un milione di arrivi e oltre 2 milioni e 300 mila presenze. I turisti italiani registrano un più consistente aumento negli arrivi (+4.28%) rispetto a quello delle presenze (+0.58%), mentre i turisti stranieri aumentano negli arrivi del +1.17% e registrano un aumento più sostenuto nelle presenze pari al +3.63%. Bene quasi tutte le zone della regione, con il perugino che registra quasi mezzo milione di presenze anche se la prima realtà regionale resta Assisi con più di mezzo milione, mentre è in miglioramento il ternano che segna un aumento delle presenze di circa il 6% su quasi 150mila turisti. Il turismo è linfa vitale per questa regione, perciò è meglio non abbassare la guardia e non riposare sugli allori come molte volte si è visto fare. Lavorare ad un Umbria nuova si può e si deve fare per far conoscere ancora di più lo splendido patrimonio che il Cuore Verde ha da offrire


Copyright 2011 Limpiccione.it