638 views

L’ultima di luglio e la prima di agosto sono le settimane in cui il Cuore Verde d’Italia potrà giocarsi l’occasione di mettersi in mostra nella, dicasi, grande vetrina dell’Expo 2015 che ha come titolo Nutrire il Pianeta Energia per la Vita. Il periodo coinciderà con importanti festival che si terranno a Perugia ed in Umbria come il Festival dei Due Mondi, il Festival delle Nazioni e Umbria Jazz, che voci vogliono faccia da “colonna” sonora all’Expo. Per ora, però, è possibile vantarsi solo per gli interposti ruoli dell’umbro Cotarella, presidente del comitato scientifico dell’allestimento del padiglione del vino italiano, e del fantasioso Eugenio Guarducci, patron dell’Eurochocolate, nel ruolo di advisor progettuale e culturale per il cluster del cacao e del cioccolato. Si, vi faranno una capatina anche i ricordi degli Etruschi del ramo umbro, apripista in tempi non sospetti nelle colture dell’olio e della vite. Ma in soldoni, l’Umbria, che vuole promuovere l’agrifood e il vino come prodotti di eccellenza regionale, e catalizzare investimenti cinesi, come sponsorizzerà se stessa? Per partecipare, causa (si dice) mancanza di risorse economiche, la Regione ha stretto partenariati con Camera di Commercio, Fondazioni Bancarie, Università, e in loco, con Cascina Triulza che permetterà all’Umbria di rimanere presente in tutti i sei mesi della fiera senza intervenire attivamente. Quindi, dato il momento di incertezze economiche, se viene data un’opportunità si veda di sfruttarla al meglio, non facendo estrarre profitti ai soliti noti, e camminando a lato delle occasioni, ma creando un circolo virtuoso e progettuale (che per ora non abbiamo ne capito ne visto). Di certo l’unica certezza che potrebbe cavalcare (senza fantasia) la Regione Umbria è quella di ri-portare a Milano il suo “idolo” di sempre Steve McCurry, sempre pronto a mettere in mostra gli innumerevole scatti già presentati più e più volte. Sensational Expo


Copyright 2011 Limpiccione.it