429 views

Tutto pronto per la 41esima edizione della kermesse. Il sipario, dal tanto discusso programma, si alzerà dall’11 al 20 luglio. Quest’anno, all’apparenza, si è tenuto un profilo basso anche se non mancano i grandi nomi del panorama italiano e internazionale jazzistico. All’Arena Santa Giuliana  venerdì 11 si esibiranno i The Dapton super soul review con le loro sonorità funk e soul, mentre sabato 12 lo spazio è dedicato ad una maratona musicale che inizierà alle 16 con Dj Ralf e il suo progetto Techno-logical dance music festival: per dodici ore consecutive, si alterneranno Ralf e altri dj come Azimute, Juan Atkins, Ellen Allien. Dalle 1.30 saliranno sul palco anche il trombonista Gianluca Petrella, il pianista folignate Gianluca Guidi e Leonardo Ramadori. Domenica 13 ancora funk con la certezza Ray Gelato, che viene promosso al main stage. Lunedì 14 il quartetto della pianista brasiliana Elian Elias e dopo, la coppia Stefano Bollani-Hamilton de Holanda con Anat Cohen ospite speciale. Martedì 15 arriverà da New Orleans la band jazz-funk Galactic, mentre a seguire l’omaggio di Dr. John a Louis Armstrong. Mercoledì 16 il concerto di punta del festival, con Herbie Hancock e Wayne Shorter. Giovedì 17 la  «Great piano night» in programma con Gonzalo Rubalcalba, Armando Gola, Horacio ‘El Negro’ Hernandez e Giovanni Hidalgo. A seguire Michel Camilo e la giapponese Hiromi. Venerdì 18 Natalie Cole, figlia del celeberrimo Nat King Cole e Fiorella Mannoia che ospiterà sul palco Danilo Rea e Fabrizio Bosso. Sabato 19 all’Arena ci sarà il rap dei The Roots, da oltre 30 anni punto di riferimento del genere. Chiusura domenica 20 con Al Jarreau e Mario Biondi. Al teatro Morlacchi spiccano i nomi di Cecil McLorin Salvant e del chitarrista John Scofield. E poi ancora il quintetto di Roy Hargrove, la giovane Melissa Aldana, Buster Williams col suo ultimo disco (Something More), la cantante e violinista cubana Yilian Canizares. C’è poi il jazz italiano con nomi del calibro di Bollani, Doctor 3 di Danilo Rea, Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra, i quintetti di Paolo Fresu e Francesco Cafiso, il sestetto di Franco D’Andrea, l’omaggio ad Armando Trovajoli fatto dall’orchestra di Dino e Franco Piana e altri ancora.


Copyright 2011 Limpiccione.it