334 views

Con la speranza che il 2014 sia un anno meno triste di quello passato. Che le persone rinsaviscano quel tanto da permetterci di vivere tutti un po’ più sereni. Che i nostri vari amministratori (da quello alla base fino a quello al vertice) la smettano di continuare a chiederci soldi, che altrimenti potremmo pensare che ce li stiano rubando, e che si impegnino veramente a risollevare un paese già declinato da anni. Che la smettano (quest’ultimi) di creare società a partecipazione pubblica, salvare società a partecipazione pubblica, scorporare e riorganizzare società a partecipazione pubblica, spartirsi gli utili di società a partecipazione pubblica (insomma la smettano di incentrare il pubblico verso il loro tornaconto privato). Che le grandi imprese italiane paghino il prezzo della crisi e che falliscano se devono fallire, come avviene per le piccole imprese, senza far pagare pegno a noi cittadini. Che l’europarlamento riduca di almeno una decina il numero di europarlamentari invece che di qualche unità e inizi a creare una vera Europa uguale per tutti. Che il parlamento italiano venga dimezzato, tanto poi alla fine a parlare nei talk show e a decidere sono sempre gli stessi personaggi (che da anno ci assillano). Che la Nazionale di calcio, in Brasile, non ci faccia crollare subito la speranza come fa sempre da quindici anni, ma che la tenga viva con dignità e sicurezza sotto il caldo sole brasiliano. Che il babbo Natale 2014 porti carbone e qualche mazzata sugli stinchi a tutti gli amministratori (vedi sopra) che nel 2014 non riusciranno ovviamente a combinare niente. Che Limpiccione sia ancora più ricco di contenuti interessanti e perché no, anche di pecunia, riuscendo ad automantenersi come si automantiene Dagospia! (battuta). Buon 2014!


Copyright 2011 Limpiccione.it