886 views

Un servizio di Giampiero Tasso del TgUmbria andato in onda su Rete Sole mette in evidenza come il Bacio Perugina, simbolo di una città e di una tradizione cioccolatiera riconosciuta a livello mondiale, stia subendo una drastico cambiamento d’immagine tanto da perdere il marchio storico che lo ha contraddistinto per più di novant’anni. Immagini della scatola mostrano chiaramente che il Bacio ha perso la connotazione ‘Perugina’ acquisendo un nuovo marchio e cioè Lanvin. Un fatto che senza dubbio fa riflettere e di cui nessuno però ha la certezza. Molte le domande: ma verranno venduti solo in Francia i nuovi Baci Lanvin? Che tipo di strategia di comunicazione vuole intraprendere la Nestlè? Come mai nessuno dice niente? I sindacati in tutti questo che ruolo hanno? C’è da domandarsi il perché di tutto questo stravolgimento fatto di nascosto ed in silenzio? Ma la cosa più triste, come dice Giampiero Tasso, è «… sapere che dovremmo comprare i baci Lanvin e che li abbiamo inventati noi… che in questo Bacio Perugina, in questo cioccolatino c’è la nostra storia, la storia di una città, di una regione e di migliaia di persone che ci hanno lavorato. Sapere che adesso cambia casacca e che lo dovremo chiamare Bacio Lanvin… Bhe?! Mi fa venire la pelle d’oca!» Immagine anteprima YouTube


Copyright 2011 Limpiccione.it