1.374 views

Una videoinchiesta di Corriere.it presenta un’Umbria che in fin dei conti tanto perbene non è e non lo sarà mai. Non tanto per le infiltrazioni mafiose, che sono presenti in ogni città o regione (purtroppo), ne tanto meno per il selenzio inerme della popolazione (che stando alla videoinchiesta ha manifestato il proprio disappunto scrivendo ‘Hotel Gomorra’), quanto per l’inettitudine dell’amministrazione che, come ci scrivono su Twitter, “ci sguazza e noi ci soffochiamo… schifo”. Un post dal titolo appunto ‘Hotel Gomorra‘, pubblicato il 19 gennaio 2013 su Limpiccione.it, documentava la scritta realizzata nell’imponente palazzo della bassa periferia di Perugia, forse, di dubbia fattura – visto le indagini su una presunta infiltrazione mafiosa con il sequesto ed il successivo dissequestro del cantiere. Scontato sottolineare come il paese e la regione Umbria siano in uno stato di oblio totale; ingiusto però non attibuire la responsabilità ad amministrazioni cieche ed avide, che si nutrono esclusivamente di apparenza, quando poi si sa, l’apparenza inganna. Chi sta rovinando il paese, la regione Umbria, Perugia o Ponte San Giovanni si deve prendere la responsabilità del malessere dei cittadini ed essere punito per questo. Significativa la scritta che campeggia nel cartello di autorizzazione a costruire: COMUNE DI PERUGIA


Copyright 2011 Limpiccione.it