571 views

Il sindaco di Perugia Boccali pubblica nel suo profilo facebook un’intervista uscita nella rivista Anci di novembre/dicembre 2012 in cui presenta la città e l’avanguardia nella creazione di infrastrutture per la mobilità alternativa. Una vera smart city. Ma sarà davvero così o se l’è semplicemente cantata e suonata senza analizzare come stanno veramente le cose? Vorremmo domandare al Sig. Sindaco dove sta la vera svolta in una città ormai balzata alla cronaca per il malessere e per disagio continuo. Forse sta nel chiudere il Minimetrò alle 21?

 

Oppure nel non poter salire con la bici nel Minimetrò se non dalle fermate di Pian di Massiano e Pincetto (con quale logica)? Oppure non avere mezzi di trasporto pubblici dopo le 23? O ancora: pagare 20 euro per un taxi (se uno è fortuna a trovarlo) per la tratta Stazione-Piazza Italia? E’ una svolta spendere soldi per installare speedceck (vedi i nuovi zona San Marco) che non funzioneranno per parecchio tempo e anzi, verranno rotti e riaggiustati nuovamente? Avere strade colabrodo è una grande svolta sulla mobilità?

 

 

Comunque e senza alcun dubbio la vera svolta sulla mobilità è l’installazione delle sole colonnine per le biciclette nella zona di Pian di Massiano e delle colonnine per ricaricare le macchine elettriche. Mentre una non svolta per le casse comunali è quella, per esempio, di pagare una società privata, come la Dogre, per la riscossioni di tasse comunali. Dove sta il buon senso nel pagare società private che prendono una grande percentuale sugli incassi da loro stessi riscossi? Ci sarebbero molte altre domande da fare al signor Sindaco e non solo a lui, ma per ora ci fermiamo qui. Tanto sappiamo che noi non avremo risposte.

  • http://www.facebook.com/fcovarelli Francesco Covarelli

    Parole d’oro !!!! Complimenti!!!


Copyright 2011 Limpiccione.it