La Rece(n)ssione della settimana

Lilli e il Cinebondo

522 views

IN TIME
a cura di Lilli & il Cinebondo

A Balanzano ci hon tutti fretta. Enno ncazzeti e vonno de corsa e tai bracci ci honno na specie de casio digitale (però sott’a la cotenna) che curre a la rovescia e quando ariva a zero schioppono. E ce credo che enno ncazzosi. Ntanto i ricchi al Kings Park de Madonna Alta se divertono, fonno i festini, giocono a poker e amucchiono l tempo. Tutto st’intreccio per dicce che l tempo en quatrini e già l sapevamo. Che i ricchi ston mejo e già l sapevamo. Che campono ta le spalle del tempo d’i poveri e sapevamo anche quista. Finché n bel giorno n frego de Balanzano che ci ha armasto da vive sì e no l secondo tempo de Perugia-Paganese, decide de fa zompà tutto per aria. E alora penserete è arivat pensece. Ma ta i film tutto po’ esse, anche che la fiola del più ricco e del più zeppo de anni s’engarella de n morto de fame senza tempo che per giunta vol fa fori l su babbo. E lia non solo l’aiuta ma a la fine “è arivat pensece” ce pensa davero.

Il trailer originale:

Immagine anteprima YouTube

MISSION IMPOSSIBLE – PROTOCOLLO FANTASMA
a cura di Lilli & il Cinebondo

N bel giorno a Capanne s’entruppono i cancelli e le guardie armangono ncastrete e alora i freghi fonno a botte, ma tomtom, quil che artrova sempre l verso, artrova l verso de dasse. E nfatti l’aspettavono gli amici fori n’ col fiorino per faje la festa del bentornato. Pù col fiorino vonno a Mosca e fonno zompà la piazza rossa per aria. E i russi, se sa, enno ncazzosi. Così mentre tomtom cerca l verso de gì via da mosca, ariva e uno che je dice: mo’ l’è combinata grossa a fa ncazza i russi: si te chiappono, obama te ce fa la giunta. E ntanto no stronzo svedese che pare tanto ben quillo de millennium vole sparà n siluro nucleare contro l’America. E mentre i sceneggiatori de tutto l mondo se stanno a stranì perché tutta st’accozzaja de cazzate l’evono già scritta vent’anni fa ma su venti film diversi, tomtom va a fa na vacanza a Dubai perché a sharm n’eva trovato posto. Pu’ s’arimpicca ta n grattacielo e pu’ nsegue uno ta na tormenta de sabbia, che par de sta a fano quando s’alza l maestrale. E ala fine s’artrova dentro safi autotipo con quillo stronzo e svedese e fonno a botte come ta n film de rocky. Ma a la fine n mezzo a le machine, vince tomtom…

Il trailer originale:

Immagine anteprima YouTube

HUGO CABRET
a cura di Lilli & il Cinebondo

Praticamente c’è sto fiolino che vive dentro a l’orologio de la stazione de Fontivegge, però prima che facevono piazza del Bacio e prima della zetatielle. Ta ‘sto fiolino l babbo, che lavorava a Palazzo della Penna, j’ha preso foco e allora ta lù j’è toccato de gì a rinzeppì le rotelle degli orologi co’ lo zio, sinnò l chiappavono e lo ‘nfilavono ta n’orfanotrofio. Poi a Fontivegge c’è anche Cocciolino che vende i giocattoli e ancora nn’s'è trasferito a Porta Pesa. Po’ l fiolino se ‘ntruppa pe’ na freghina che se veste come la mì zia de Castel Rigone, e sotto sotto se la vole fa ma nvece parlon de libri e de film, e pu’ aggiustono ‘n bucciotto de ferro che se mette a scrive da solo e che je dice che Cocciolino in realtà non è Cocciolino ma è tipo Vanzina che quand’era frego faceva n’ sacco de film. Allora l fiolino e la freghina, siccome ancora nn c’era blocbaster, chiamon quello de la grifo film e portono a sorpresa ‘n proiettore a casa de Cocciolino e a momenti je fonno venì n’ coccolone e je dicono: “caro Cocciolino tu non se’ per niente Cocciolino e manco Rastelli, tu se’ Vanzina e mo’ per punizione te facemo arvedè tutti i film ch’è fatto ‘n vita tua anche se pensavi d’esse stato così furbo da avelli bruceti”.

Il trailer originale:

Immagine anteprima YouTube


Copyright 2011 Limpiccione.it